Home » Comunicati stampa e posizioni ufficiali » Posizioni ufficiali » La posizione dell’Ordine sulla professione veterinaria e il Piano di Sviluppo Rurale

Janalytics

 
La posizione dell’Ordine sulla professione veterinaria e il Piano di Sviluppo Rurale PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
Pubbliche Relazioni
Scritto da Webmaster   
Domenica 20 Novembre 2016 00:00

Il Consiglio Direttivo, attraverso il suo Presidente, ribadisce il ruolo professionale del Medico veterinario nella predisposizione da parte degli allevatori delle domande inerenti i contributi erogati dall'Assessorato Agricoltura e Risorse naturali, a valere sul Piano di Sviluppo Rurale 2014-2020.  

 

 


Attraverso una missiva inviata ai principali organi di stampa locali e agli enti ed alle istituzioni appartenenti al comparto agricolo, il Consiglio Direttivo dell’Ordine dei Medici Veterinari della Valle d’Aosta ritiene doveroso precisare, contrariamente a quanto comparso su alcuni organi di stampa, che per la presentazione delle domande di sostegno agli agricoltori, a valere su misure cofinanziate nell'ambito del PSR, tra le figure professionali disponibili, vi è anche quella del Medico Veterinario

 

La precisazione si rende necessaria, anche in seguito all'affermazione del Presidente dei Dottori Agronomi e Forestali durante un incontro organizzato dall'Assessorato Agricoltura e Risorse naturali su "Giovani agricoltori del Programma di Sviluppo Rurale della Valle d’Aosta 14-20" che indicava tra le figure professionali abilitate solo Periti agrari, Agrotecnici, Dottori agronomi, Dottori forestali e nessun altro.

 

Si ribadisce che il Veterinario possiede non solo le competenze specialistiche ed è iscritto ad un albo come richiesto, ma si configura come profondo conoscitore della specifica realtà aziendale zootecnica, in quanto ne è già un consulente.

 

Si invitano pertanto gli allevatori che vogliano usufruire di contributi per il miglioramento dei processi produttivi delle aziende agroalimentari, per la diversificazione dei prodotti e delle attività aziendali, per lo sviluppo delle filiere corte, a contattare il proprio medico veterinario di fiducia che saprà aiutare l'allevatore nello sviluppo di progetti, così come quotidianamente già interviene nella gestione dell'azienda, soprattutto per quanto riguarda l'allevamento e gli aspetti igienico sanitari delle produzioni di latte e carne, approfondendo insieme all'allevatore tutto ciò che le nuove normative regionali, nazionali ed europee richiedono.

 

Per il rispetto di una corretta informazione, si confida in una pubblica precisazione.

Ultimo aggiornamento Domenica 20 Novembre 2016 22:46
 
Amministrazione Trasparente

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information