Home » News dalle organizzazioni di categoria » Notizie ENPAV » Enpav: Bando 2017 Sussidi alla genitorialità

Janalytics

 
Enpav: Bando 2017 Sussidi alla genitorialità PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
Informazione di categoria
Scritto da Webmaster   
Domenica 26 Febbraio 2017 00:00

E.N.P.A.V.Enpav ci ricorda che nel Bando 2017, relativo ai Sussidi alla genitorialità, sono state previste le seguenti scadenze di presentazione delle richieste: 30 aprile e 31 ottobre 2017.

 

 

Il Consiglio di Amministrazione ha infatti approvato il Bando 2017 per la concessione dei sussidi alla genitorialità per il quale i fondi stanziati ammontano a € 220.000,00.

Con il nuovo Bando sono state confermate le due rilevanti novità introdotte nel 2016:

  1. è stato ampliato il periodo temporale per cui si può richiedere l’erogazione del sussidio: da quest’anno, infatti, è possibile documentare spese per 8 mesi;
  2. sono stati fissati due nuovi termini entro cui presentare le domande: 30 aprile e 31 ottobre 2017.

 

OGGETTO DEL SUSSIDIO

È possibile richiedere i sussidi per le spese già sostenute relativamente alle seguenti casistiche:

  • asili nido;
  • baby sitting;
  • scuole dell’infanzia (per i casi di adozione fino a 6 anni di età del bambino).

 

BENEFICIARI

Le veterinarie iscritte e solo in casi particolari anche i padri veterinari iscritti (morte, grave infermità della madre, abbandono o affidamento esclusivo del bambino al padre). I richiedenti devono essere in regola con la contribuzione

 

IMPORTO DEL SUSSIDIO

Il Bando prevede che l’importo massimo del sussidio erogato ammonta a 300 euro mensili per un limite temporale di 8 mesi. In caso di parto gemellare o adozione plurima il sussidio è riconosciuto per ciascun figlio.

 

TERMINI DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

Le domande di partecipazione dovranno essere inviate all’Ente entro i termini di seguito indicati, riferiti a ciascun contingente:

1° Contingente: scadenza 30 aprile 2017
2° Contingente: scadenza 31 ottobre 2017

Le richieste di sussidio dovranno essere presentate entro 24 mesi dalla nascita del bambino o, in caso di adozione o affidamento preadottivo, entro 24 mesi dall’ingresso del bambino nel nucleo familiare. I sussidi sono concessi per le spese sostenute entro i periodi menzionati.

 

RICHIESTA DI CHIARIMENTI

Per ogni ulteriore chiarimento, è possibile contattare il Servizio Assistenza Associati dell’Ente al n. 06492001 dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 13:00 ed il martedì ed il mercoledì anche il pomeriggio dalle 15:00 alle 17:00, o tramite email all’indirizzo Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

GRADUATORIA

Sulla base delle richieste pervenute verrà stilata una graduatoria che terrà conto principalmente del reddito del nucleo familiare (Reddito ISEE). Saranno inoltre attribuiti ulteriori punteggi in caso di particolari situazioni di disagio del nucleo familiare. Le casistiche che danno diritto a dei punteggi suppletivi sono indicate dettagliatamente nel Bando (art. 5 punto II). (A titolo esemplificativo vi rientrano: separazione, divorzio, malattia, etc.). In relazione ad esse sarà necessario allegare documentazione idonea attestante la sussistenza delle condizioni previste. (Ad esempio: sentenza di separazione o di divorzio, certificazione medica, etc.).

Sono previsti inoltre ulteriori criteri necessari a definire la graduatoria in caso di medesimo punteggio conseguito, quali: maggiore anzianità iscrittiva, in subordine minore anzianità anagrafica e infine ordine di presentazione della domanda.

 

Come partecipare

Per partecipare è necessario compilare ed inviare all’Ente, entro i termini perentori sopra menzionati, l’apposito modello di domanda corredato della necessaria documentazione (indicata nel modello stesso), sottoelencata a titolo esemplificativo.

  • Copia dei giustificativi di spesa rilasciati dalle strutture frequentate (asili nido e scuole dell’infanzia);
  • Copia del contratto di lavoro sottoscritto con una baby sitter e prospetti paga, ovvero copia della comunicazione di assunzione all’INPS; copia dei bollettini INPS relativi ai contributi versati;
  • In caso di utilizzo dei buoni lavoro INPS (cosiddetti voucher), copia della comunicazione inviata all’INPS della prestazione occasionale accessoria, copia della ricevuta di acquisto dei voucher e dei buoni lavoro consegnati al collaboratore;
  • In caso di adozione (o affidamento preadottivo), copia del provvedimento di adozione (o di affidamento preadottivo);
  • Copia DICHIARAZIONE ISEE del nucleo familiare del richiedente in corso di validità rilasciata da Centro di Assistenza Fiscale nel corrente anno 2016;
  • Documentazione attestante la sussistenza delle particolari situazioni personali di cui ai criteri suppletivi della graduatoria (Art. 5 punto II del Bando);
  • Fotocopia di un documento di identità in corso di validità

Ulteriori informazioni sono reperibili sul sito ufficiale dell'Enpav: www.enpav.it all'interno della sezione “Prestazioni → Informazioni - Sussidi alla genitorialità”, sono disponibili tutte le informazioni e la documentazione da utilizzare.

Ultimo aggiornamento Domenica 26 Febbraio 2017 11:16
 
Amministrazione Trasparente

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information